Fashion + Design > Fashion

March 31, 2014

Vuoi anche tu una bellamaglietta?

Anna Quinz

Ancora qualcuno che si mette a fare t-shirt? Ma non ce n’è già abbastanza? 
Questa è la domanda che mi faccio sempre quando scopro una nuova linea di magliette. Però è vero che nessun capo d’abbigliamento è più versatile, amato, variabile della t-shirt. E allora via libera alle idee, che nonostante si pensi sempre di aver visto ormai tutto e il contrario di tutto, non smettono mai di esaurirsi. Ed ecco che appare “bellamaglietta” brand altoatesino di nascita – creato dall’altrettanto altoatesino Dietmar Unterberger – e berlinese di crescita. Che si presenta sul mercato con idee chiare e un bel concetto da far invidia a molti. Ecco qua bellamaglietta, raccontata con orgoglio direttamente dalla voce del suo creatore.

Dietmar, di magliette è pieno il mondo. Perché fare ancora delle magliette? 

Non ci sono dubbi che esistano già abbastanza brand, che producono t-shirt. Questo non significa, tuttavia, che esista un numero sufficiente di t-shirt belle (belle magliette)! Come bello mi sento quando la camicia è volutamente prodotta in modo equo e sostenibile in cotone biologico di alta qualità. Non è solo una questione di profitto e di guadagno, tutt’altro. Il progettista ha il dovere di sviluppare un prodotto che sia contemporaneamente un arricchimento per l’uomo e per l’ambiente. Dal momento che questi criteri vengono implementati nel progetto bellamaglietta, penso che stiamo dando – con questa collezione – un piccolo ma importante contributo nell’ottica dei comportamenti di consumo nella nostra società. E il valore di un prodotto aumenta molto, se basato sulla garanzia che la sua storia è perfettamente trasparente: che sia insomma realizzato in condizioni giuste, con una qualità alta e destinato a durare nel tempo.  

bellamagliettaCos’ha di speciale una“bellamaglietta”? Cosa la rende unica? Perché dovrei volerla e non poterne più fare a meno?

La passione e la dedizione per la progettazione grafica, la produzione sostenibile, lo sviluppo attento, così come l’attenzione al dettaglio e il fatto che si tratti di edizioni limitate, rendono una bellamaglietta unica. Una bellamaglietta è electro, rock’ n ‘roll, funky, spiritualmente pop, un’opera d’arte, zen, dona energia.

Per questa collezione sono stati disegnati alcuni modelli e realizzati prototipi in fabbrica. Il cotone è biologico e sia la coltivazione che la lavorazione e la produzione sono certificate GOTS *. (* = GOTS Global Organic Textile Standard). Questo tessuto non trattato è estremamente traspirante e super-soft. La grafica delle magliette che è stata progettata appositamente per la collezione, viene stampati senza l’aggiunta di sostanze chimiche.

bellamagliettaIl progetto quando è nato? Chi ci sta dietro?

bellamaglietta è stata fondata nel maggio 2013. La sede è a Lipsia. Fondatore, direttore artistico e tuttofare è Dietmar Unterberger (che sono io).

Qual’è il piano di produzione e distribuzione? 

L’intera produzione è a Berlino. Le magliette vengono vendute online sul nostro sito www.bellamaglietta.com, e in negozi selezionati e nei saloni del design.

bellamagliettaQuale l’idea di fondo che ha portato alla nascita della bellamaglietta?

Solitamente ero abbastanza frustrato quando andavo alla ricerca di una ” bella” t-shirt. Questo ha creato in me un bisogno naturale di progettare qualcosa che io stesso avrei voluto indossare. Inoltre, negli ultimi anni è cambiato fortemente il mio approccio al consumo. Ero davvero seccato di avere più cose di quante ne avessi davvero bisogno, ed ero molto più attento alla questione dell’abbigliamento e della moda in generale. E per questa nuova consapevolezza, è diventato per me automatico comprare meno. Questo approccio – less is more – è anche la filosofia di bellamaglietta . Meglio un bella maglietta, che non tante t-shirt cheap e prodotte non eticamente. That`s it.
E poi ancora, devo ammetterlo, c’era da parte mia un grande desiderio di trovare un nuovo modo di esprimermi come grafico. Costruire qualcosa di molto personale, che stesse sulle proprie gambe, era da sempre un mio sogno. Ho trovato molto interessante e stimolante la possibilità di essere libero e di assumermi la piena responsabilità delle mie decisioni, all’interno del processo creativo. Per questo progetto, la t-shirt si dimostrava particolarmente adatta come primo oggetto da creare e così poi a questa idea è stato associato il nome: bellamaglietta. Volendo ridare giustizia all’aggettivo “bello”, era per me naturale pensare a tshirt che fossero belle e prodotte in modo sostenibile.

 

bellamagliettaTu quando non fai magliette, cosa fai?

Al momento questo progetto sta prendendo tutto il mio tempo e tutto la mia energia.

Perché secondo te nell’immaginario e nello stile di tutti la t-shirt è un elemento così importante, molto più di qualunque altro capo d’abbigliamento?

La t-shirt è molto più di un semplice capo di abbigliamento! È una dichiarazione, uno statement! La dice lunga sulla tua personalità: sei crazy, cool o lazy? Se ami gli animali o se sei single. E poi, con una t-shirt, per tutto l’anno è come fosse primavera.

 

Print

Like + Share

Comments

Current day month ye@r *

Discussion+

There are no comments for this article.