Music

May 3, 2012

Lana Jazz: la musica improvvisata è qui, oggi, e guarda al futuro

Luca Sticcotti

Dal 10 al 13 maggio torna la rassegna Lana meets Jazz, curata da Miki Loesch ed Helga Plankensteiner.

Al di là del fatto che tutti i concerti proposti sono ad ingresso libero il festival di quest’anno si distingue ancora una volta per alcuni scelte artistiche di non poco conto. Innanzitutto grande attenzione riservata ai a progetti originali proposti da musicisti attivi in Italia ed Austria. Dunque NUOVA MUSICA, alla quale si combina la valorizzazione degli allievi della Musikschule di Lana (quasi una scuola di jazz) e Merano, che hanno dunque occasione di confrontarsi direttamente con gli importanti ospiti, anche in jam session.
La rassegna prenderà il via il 10/05 alle ore 20.30 all’Hotel Schwarzschmied con il duo composto da Alan Farrington (voce) e Sando Gibellini (guitar), a cui farà seguito il giorno dopo all’Ansitz Rosengarten (ore 20) una performance della Jazzorchester Tirol “Chamberhazz & Superbrass” (archi, fiati e sezione ritmica) alle prese con le  prime esecuzioni degli autori tirolesi Stephan Costa, Christian Wegscheider e Martin Ohrwalder, ai quali si aggiungerà anche Michi Loesch. Sempre l’11 alle ore 21.30 al Lanahof sarà la volta di una jam session che vedrà protagonista il trio di Matteo Cuzzolin (sax) coadiuvato dai fidi Marco Stagni (bass) ed Andrea Polato (drums), garanzie viventi di uno sguardo aperto e “avanti” per quanto riguarda la locale musica improvvisata.
Il 12 in mattinee (ore 11) al Vinothek Bacchus sarà di scena un altro gruppo sudtirolese l’S’Quartet di Bernhard Brugger (trumpet),  Luis Zöschg (guitar), Hannes Mayr (bass) e Peter Paul Hoffmann (drums). La sera alle ore 20 all’Ansitz Rosengarten dopo l’esibizione di alcuni ensembles di ragazzi la ribalta sarà tutta per il quartetto di sassofoni capitanato da Florian Bramböck e Wolfgang Puschnig che proporrà un programma antologico in occasione del suo ventesimo anniversario.
Il 13, ultimo giorno della rassegna, saranno ben tre le formazioni ad esibirsi. A partire dalle ore 20 si avvicenderanno il quartetto tedesco misto ance/ottoni Potsa Lotsa impegnato in una performance dedicata ad Eric Dolphy, altri ensembles delle scuole di musica locali ed infine il quartetto della vocalist italiana Patrizia Conte, sostenuta dal pianista Andrea Pozza, il bassista Luciano Milanese ed il batterista trentino Enrico Tommasini.

La rassegna va premiata per lo meno con una visita “a campione”.

Se venite da fuori ed avete poca dimestichezza con le vie di Lana ecco la lista delle location per impostare i vostri “navigatori”:
Ansitz Rosengarten: via Madonna del Suffragio 5
Ristorante Lanahof: via Madonna del Suffragio 3
Hotel Schwarzschmied: Schmiedgasse 7
Vinothek Bacchus: via Kravogel 3

Print

Like + Share

Comments

Current day month ye@r *

Discussion+

There are no comments for this article.