Fashion + Design > More

November 21, 2020

“Rovereto nelle tue mani”: una mappa per (ri)scoprire le cose belle dietro casa

Claudia Gelati

Se possiamo dare un lato positivo alla reclusione casalinga impostaci dalla pandemia, è che nelle case dei creativi di tutto il mondo hanno cominciato a fiorire tanti piccoli progetti indipendenti. È questo il caso degli amici roveretani Abram ed Elisa ideatori di “Rovereto nelle tue mani”, una nuova mappa per (ri)scoprire, con occhi nuovi, gli angoli più belli della città: dal bistro perfetto per il brunch al negozietto così particolare fino al monumento iconico. Una mappa che, con quel gusto un po’ naïve e tanta spontaneità, ti porta a spasso per la città adagiata tra gli altipiani e il lago. 

Cari Abram ed Elisa, stiamo per partire (metaforicamente) alla volta di Rovereto con la vostra speciale mappa in tasca, ma come possiamo fidarci di voi, se non ci dite un po’ chi siete?
Abram Tomasi è un amico di franzLAB, editor per il collettivo Polenta MaLgazine e studente di Scienze della Comunicazione e Cultura alla Libera Università di Bolzano. Elisa Pezza è una giovane curatrice, recentemente ha infatti co-assistito all’organizzazione di Atlas Curae a Trento, ed è reduce da un lavoro estivo in una galleria di arte contemporanea a Napoli. Si sta per Laureare in Arte alla Libera Università di Bolzano.Entrambi siamo di Rovereto, ci siamo nati e poi abbiamo vissuto dall’altra parte del mondo, allontanandoci abbiamo colto pregi e difetti, ma ogni volta siamo tornati qui e desideriamo ora valorizzare la nostra cittadina puntando sulle nostre passioni: le parole e le immagini. 

La pandemia e la conseguente emergenza sanitaria hanno reso, non si sa ancora come, quei mesi così strani e sospesi un terreno fertile per i progetti creativi. Qual’è la vostra idea a riguardo e come nasce “Rovereto nelle tue mani”? 
Rovereto nelle tue mani nasce nel giardino segreto di Abram, un prato pensile tra i tetti del centro città. Essendo vicini di casa ci incontravamo spesso lì e stanchi di parlare solo con i nostri genitori abbiamo iniziato a sognare vari progetti che ci sarebbe piaciuto realizzare insieme. Essendo stati entrambi costretti a tornare dai nostri Erasmus abbiamo così reso il nostro soggiorno a casa di nuovo abbastanza vivibile e quindi abbiamo iniziato a segnalare ciò che è davvero bello di Rovereto.

Rovereto nelle tue mani_DEFINTIVA_stampata

Com’è stato trovarsi a riscoprire e vedere con occhi diversi la città dove cresciuti?
E: Beh io non ci credevo che ci fossero davvero posti così belli a Rovereto, e qualcuno anche subito dietro casa mia. E’ stato molto divertente fare da turista nella propria città: ma soprattutto riuscire a creare un network con diversi commercianti/baristi/ecc della zona.
A: Rovereto è una centro piccolo ma dolce, ho sempre pensato che se solo ci fosse un’energia diversa … ecco, noi cerchiamo di portare quella. 

mappa1

Nella premessa alla mappa, scrivete “(…) Appositamente non esaustiva, segnala solo le cose belle, quelle che piacciono a noi”. Per scegliere i posticini, le realtà e gli angoli più selvaggi della vostra città, come vi si organizzati: possiamo immaginarvi con fotocamera (o meglio iPhone) e taccuino alla mano su e giù per le vie della città a prendere appunti e scattare foto? Raccontateci. 
Essendo di qui, è stata una ricerca spontanea, solo un gioco di memoria per ricordare i nostri posti e non solo il solito bar, dove passiamo i sabati sera tra amici. È una guida sia per turisti sia per insider, perché spesso ci si abitua ad andare in quel posto, per abitudine magari, mentre ci sono davvero tanti posti carini da scoprire. L’idea si è poi concretizzata rubando all’APT una delle mappe ufficiose di Rovereto.. e pian piano abbiamo iniziato a segnalare tutti i posti mentre la percorrevamo. Poi c’erano posti come: l’Acquedotto o Zodiaco 2000 che sono stati avvistati prima dai nostri amici ma che troviamo adesso così speciali che non potevamo mancare.

Schermata 2020-11-21 alle 09.20.51

Il progetto è, per citarvi, “indipendente e naïve”. Come verrà/viene distribuita la mappa? Possiamo aspettarci altre uscite nel prossimo futuro?
La mappa si trova a offerta libera in tutti i posti segnati sulla mappa che ci hanno accolto con gran entusiasmo l’idea e ci hanno aiutato (non solo finanziando) a distribuirla, così da creare un network tra posti belli. Ci piacerebbe trovare dei punti vendita anche fuori da Rovereto, vicini ma non qui, così da incuriosire a venirla a scoprire. Al momento stiamo digitalizzando la mappa su Instagram (@roveretonelletuemani) così da renderla più accessibile e a breve racconteremo tutte le realtà e perché sono così speciali. Chissà, magari in un futuro potrebbe diventare un travel book ma non vogliamo nemmeno fermarci qui, infatti stiamo già pensando a un nuovo progetto insieme.

Print

Like + Share

Comments

Current day month ye@r *

Discussion+

There are no comments for this article.

Archive > More