Music

June 18, 2013

Billy Talent in arrivo al Black Box, intervista a Ian: “Siamo schiavi del materialismo”

Marco Bassetti
Sono la punk band del momento, suonano nei festival più importanti del mondo e sui vari social network viaggiano con cifre a sei zeri. Il 7 luglio saranno al Black Box di Laives per la prima delle due date italiane del loro tour. Qui l’intervista a Ian D'Sa.

Con “Dead Silence”, il quarto album in studio della punk band canadese, i Billy Talent hanno fatto il salto di qualità. Sì, perché “Dead Silence” è l’album della maturità, quello in cui l’urgenza e l’orecchiabilità tipica del pop punk melodico americano si concentrano in una visione del mondo solida e originale. E se la miscela di pop, punk, rock, emo, post-hardcore, già presente nella precedente trilogia, viene messa al servizio di un forte messaggio di rottura, allora la parola “punk” riacquista il suo senso più proprio. Non più solo cazzeggio, antagonismo alla moda, anti-autoritarismo spicciolo, ma – come si capisce dall’intervista qui sotto – anche critica sociale ben mirata, sostenuta da un’idea precisa. E veicolata con un linguaggio d’impatto, fresco, semplice, diretto, in grado di colpire dritto in faccia il vasto pubblico del pop-rock. In questi ultimi mesi i Billy Talent hanno suonato in alcuni dei festival più importanti al mondo, come il Reading & Leeds, il Rock Am Ring e il Nova Rock e, dopo aver dovuto cancellare parte del precedente tour europeo a causa di un grave lutto, ecco i quattro rocker canadesi sbarcare in Italia: il 7 luglio al Black Box di Laives (BZ) e il 9 luglio al Factory di Milano, accompagnati per l’occasione dai Royal Republic, garage rock band svedese con un sound potente, spesso associato a quello dei “cugini” The Hives. Con chiamata intercontinentale Toronto-Bolzano, abbiamo scambiato due chiacchiere con Ian D’Sa, il roccioso chitarrista dei Billy Talent.

2013, qual è oggi nella tua visione il messaggio del punk?

Oggi ci sono molte grandi band che si ricollegano al messaggio del punk che, secondo me, nella sua essenza è questo: esprimere se stessi senza dover conformarsi in alcun modo con quello che la maggioranza delle persone pensa e crede. Questo secondo me è il vero messaggio del punk e credo sia ancora molto attuale. Ci sono in giro molte band che vivono secondo questo spirito e noi siamo contenti di farne parte.

Parlando del nuovo album Ben (Ben Kowalewicz, il cantante della band n.d.r.) ha detto:”A lot of the album has to do with how important it is not to get caught up in material culture, internet culture and all those things that distract us from what’s real”. Cosa ne pensi?

Quando abbiamo iniziato a comporre questo album era l’inizio del 2012 e tante persone parlavano di fine del mondo… Così abbiamo iniziato a scrivere influenzati un po’ da questo mood. Il fatto è che molte persone sono imprigionate nella cultura materialista e tendono a dimenticare quali sono le cose importanti nella vita. Non è importante quello che possiedi, quanto guadagni, quanti “amici” hai sulla rete, i valori importanti sono altri.

Quali sono i valori importanti nella vita?

La tua salute, la tua famiglia e i tuoi amici.

Il video di “Surprise Surprise” rappresenta una guerra futuristica tra due eserciti contrapposti, la vecchia lotta tra buoni e cattivi. Ma cosa è il bene oggi e cosa il male?

Penso che canzone e video abbiamo di mira un mondo reso cieco dalla pubblicità. Le persone rappresentate sono schiave della cultura materialistica, che tende a ridurre tutto a prodotto, commercio, marchio. Quindi il video è una rappresentazione comica di come quel tipo di cultura stia trasformando il mondo. Noi in realtà già viviamo in un mondo molto simile a quello rappresentato, la nostra cultura è molto più materialista rispetto al passato, quindi il messaggio è: apri gli occhi, guardati intorno e prendi consapevolezza di quello che sta accadendo nel mondo.

Ma la città rappresentata nel video, “Pig City”, la città bersaglio del vostro rocambolesco attacco aereo, è abitata solo da hipster. Cosa avete contro gli hipster?

Non abbiamo niente in particolare contro gli hipster (risate)… Certo è che gli hipster sono rappresentanti di una cultura fortemente influenzata da internet e dal materialismo. Negli anni Sessanta c’era una forte controcultura che combatteva contro la guerra ed era legato all’idea di cambiamento. Anche nei primi anni Novanta c’era un movimento guidato da quegli stessi valori. Oggi questo non si può dire, l’hipsterism è una cultura omologata, espressione di una società governata dal consumismo in cui quello che conta è il look, apparire cool e frequentare luoghi trendy.

Parlando del tuo stile chitarristico, c’è chi ha detto che “songs like Running Across the Tracks and Love Was Still Around split the difference between the hard rock of AC/DC’s Angus Young and the angular, metal-influenced style of Rage Against the Machine’s Tom Morello” (allmusic.com). Cosa ne pensi?

Beh grazie, è un grandissimo complimento! Amo entrambi i chitarristi citati, è un onore sentire accostare il mio nome al loro. La mia volontà, come chitarrista, è proprio quella di miscelare le mie influenze punk di band come The Clash, Rage Against the Machine, At the Drive-In con le mie influenze che provengono dagli anni Settanta, da band come Led Zeppelin e Rush. Da questo punto di vista penso che un pezzo come “Running Across the Tracks” sia il risultato definitivo di questo “blend”, si sente sicuramente l’impronta dei Rush ma anche quella degli At the Drive-In.

Chi è il più grande chitarrista di sempre?

Direi certamente Jimmy Page, perché la sua influenza è inestimabile. Senza la sua opera non si sarebbero potuti sviluppare l’hard rock, il metal e neppure il punk.

 

BILLY TALENT + ROYAL REPUBLIC
07.07.2013 | BLACK BOX – LAIVES (BZ) | evento facebook
Ingresso 25 € in prevendita | 30 € in cassa
Prevendite disponibili all’interno del circuito di vendita Ticketone
Info www.poisonforsouls.com 

09.07.2013 | FACTORY – MILANO | evento facebook
Ingresso 20 €
Biglietti in vendita su www.hubmusicfactory.com e prevendite disponibili all’interno dei circuiti di vendita BookingShow, Vivaticket e Ticketone

Print

Like + Share

Comments

Current day month ye@r *

Discussion+

There are no comments for this article.