People + Views > Bloggers

May 17, 2013

Snapshots: Ideas for the Weekend #07. New York

Cristina Vezzaro
Snapshots: Ideas for the Weekend: istantanee da cui partire per scoprire “il mondo attorno”, suggerimenti e spunti per iniziare a esplorare le città.

Visto che tra pochi giorni un’amica parte per l’America insieme a un gruppo di coscritti a festeggiare una cifra tonda che meglio ci fa vivere il mondo attorno, a loro tutti dedico quest’altra puntata di Snapshots: rimaniamo quindi a New York.

Questa vista di Columbus Circle la potete avere solo da Robert, il ristorante all’ultimo (9° piano, mi sembra) del Museum of Arts and Designs (detto anche MAD) di New York, un museo aperto solo qualche anno fa e molto meno famoso dei vicini maggiori, dal capostipite Metropolitan ai cugini Whitney, Guggenheim, ecc., ma non per questo meno interessante. Fateci un giro, al MAD, molte volte vi sorprenderà con qualche chicca particolare, qualche artista sconosciuto o degli oggetti davvero preziosi, difficilmente si rimane a bocca asciutta. Lo shop del museo è irresistibile. Al piano interrato c’è anche una sala di proiezione, dove un po’ di tempo fa ho seguito una retrospettiva dedicata alla Nouvelle Vague francese. Ma soprattutto, all’ultimo piano, potete sedervi e rimanere a bocca aperta per un bel po’. Lo scorso anno un amico mi ci ha portato a cena, aveva prenotato i posti vicino alle vetrate, e nonostante la conversazione interessante, la cena (e non è certo per quello che si va lì) e il vino buono, lo sguardo continuava inevitabilmente ad essere attratto da quel roundabout (anche quando la statua era coperta dall’impalcatura) e dalla selva oscura che diventa Central Park di notte, quando, anche in estate, anche quando le giornate sembrano infinte, a un certo punto sulla city cala la sera.

2Se vi viene di colpo una nostalgia irresistibile per l’Italia, lì accanto, all’imbocco della Broadway, c’è una delle sedi di Grom New York, dove il gelato è molto simile a quello di Via Garibaldi a Torino, il cono forse un po’ meno.

A pochissimi isolati da lì, passeggiando sulla 9a verso downtown, all’altezza della 55a vi troverete a un angolo vetrato, dove molto probabilmente ci sarà qualcuno che starà facendo qualche lezione di danza. Non lasciatevi ingannare, quello non è un posto qualsiasi, è la sede dell’Alvin Ailey American Dance Theater, un’incredibile compagnia di danza che offre regolarmente spettacoli a prezzi molto accessibili e il prossimo giugno è ospite per qualche giorno del vicino gigante, il Lincoln Center.

Potrà capitarvi, sul vostro cammino, di incrociare una specie che vi sembrerà simile a canguri australiani, salterellanti figure che si aggireranno, verosimilmente in gruppo, per le strade della metropoli. Sono gli amanti di questi nuovi pattini che, anziché farvi rotolare sull’asfalto o scivolare sul ghiaccio, vi portano salterellando in giro per la città. E allora, letteralmente, pochi passi più in là vi ritroverete nel cuore di Hell’s Kitchen, cibo a gogo e divertimenti.

 

Print

Like + Share

Comments

Current day month ye@r *

Discussion+

There are no comments for this article.

Related Articles

Archive > Bloggers