Culture + Arts > More

August 31, 2018

“La terra in prestito”: a Merano, una 9 giorni da terrestri consapevoli

Mauro Sp
Dal 6 al 15 settembre, a Merano, torna "La terra in prestito", interessante manifestazione dedicata ai temi dell'ambiente e della sostenibilità.

I paesi e le città della nostra provincia, forse più di quelli di altre regioni, vivono a stretto contatto con l’ambiente rurale – e le relative contraddizioni – che li circondano e spesso compenetrano. Le montagne, selvagge o un po’ addomesticate, sono poi una gradita costante di tutti i nostri panorami. Nonostante ciò, il rischio di essere passivi e distratti ammiratori e fruitori della flora e della fauna locale è in agguato. Non parliamo poi del patrimonio naturale che sfugge al dominio dei nostri sensi, ma dalle nostre scelte e abitudini è influenzato. Se la lontananza fisica ci rende ignoranti e inconsapevoli, quella temporale ci sfugge poi quasi completamente. Pensare al futuro del nostro pianeta è un esercizio difficile, perché i fenomeni in gioco sfuggono alla nostra capacità di essere ponderati. L’idea di non pensarci padroni, ma ospiti del nostro pianeta può però guidarci.
Un’occasione per tenerci informati, svegli e attenti ce la offre, a Merano, “La terra in prestito”, che si presenta alla sua terza edizione con un ricco e interessante programma.
Wunder

La manifestazione, organizzata da Mairania 857 in collaborazione con Club Est Ovest, Filmclub, GASlein, GASlampe, Ascolto Giovani e altre realtà culturali e associative della città, prevede incontri, conferenze, musica, teatro, proiezioni e varie altre iniziative.
Oltre all’interessante documentario “Das Wunder von Mals” sulla rivoluzionaria esperienza di Malles nella lotta ai pesticidi, che aprirà la manifestazione, vi segnaliamo alcuni interessanti appuntamenti:

- Dal 6 al 20/9, Centro per la Cultura di via Cavour. Mostra fotografica “Genuino Clandestino” di Sara Casna e Michele Lapini dedicata al movimento culturale di resistenza contadina.

- 12.09, ore 20:30, Centro per la Cultura. “Il bambino che scoprì il mondo”, favola ecologista del regista brasiliano Alê Abreu.

- 14.09, ore 16, Centro per la Cultura. Incontro con Patrizia Moceri, attivista dell’associazione anti-mafia Libera a Castelvetrano, rivolto ai giovani meranesi interessati ai campi estivi sul tema della legalità.

- 15.09, ore 9–17, Parco Marconi (ex minigolf). Mercato con produttori bio di varie provenienze, sensibili ai temi dell’etica del lavoro e alla sostenibilità ambientale. Workshop sull’alimentazione.
La terra in prestito

- 15.09, ore 20:30, Centro per la Cultura . Spettacolo “I raccoglitori” con il Conciorto, duo musicale formato da Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone (Banda Osiris) che si esibisce con strumenti acustici, elettronici e… ortaggi.

Per ulteriori informazioni

Foto ©: 1) Genuino Clandestino; 2)”Das Wunder von Mals”; 3)Conciorto

Print

Like + Share

Comments

Current day month ye@r *

Discussion+

There are no comments for this article.