People + Views > Intruders

July 11, 2017

New Locals #03: Marta

Franz
“New local” è un progetto di alcuni studenti di Design di Unibz che racconta le storie di nuovi cittadini di Bolzano che, arrivati da fuori - da altre regioni d’Italia o da altri paesi -, diventano protagonisti della sua vita, contribuendo alla sua eterogeneità e ricchezza: studenti, turisti, professionisti ma anche rifugiati, richiedenti asilo, migranti economici. franz pubblica, di settimana in settimana, alcune interviste ai New Locals fatte da due studentesse, Maria Calzolari e Beatrice Cera, come parte del loro progetto ‘WeAreAllBolzaninis’. Tutto il materiale che hanno raccolto è disponibile sul sito www.weareallbolzaninis.it.

Sempre più avanti nel parco, ci imbattiamo in un’energica anziana vestita totalmente di verde, a parte per i vistosi risvolti viola che sbucano dalla giacca del tailleur. Ci fermiamo e iniziamo a spiegarle il nostro progetto.

Per caso lei è una new local?

Si, ma, ragazze, come facevate a saperlo? 

Non ne avevamo la certezza in effetti. Però ci ha attirato il modo in cui era vestita, quindi abbiamo tentato.

Proprio oggi! Mi sono vestita malissimo, ho messo su le prime cose che ho tirato fuori dall’armadio. Sicure di volere anche fotografarmi? 

Certo! Ma ci dica da dove viene. 

Sono nata a Molfetta, in Puglia. 

Da quanto tempo abita a Bolzano?

Da ben 21 anni. Mi sono trasferita per il lavoro di mio marito, che faceva l’insegnante. Purtroppo lui non c’è più, quindi sono rimasta a vivere con mio figlio. I rapporti però non erano dei migliori e lui voleva cambiare città, quindi dopo un po’ sono rimasta solo io qui. Ho anche una figlia e lei vive a Modena. Qualche anno fa ho provato a trasferirmi da lei, non ho resistito però. 

Coma mai? Anche con lei i rapporti erano difficili?

La città era molto meno curata di Bolzano e troppo grigia, l’aria troppo inquinata e pesante rispetto a qui. Guardate che cielo, a Bolzano la primavera è stupenda. Ogni tanto torno anche a Molfetta, a trovare i parenti che ho lì. Non ci resto mai per più di due o tre settimane però. In fin dei conti sento di appartenere un po’ a entrambe le città, sebbene in modi diversi. 

 www.weareallbolzaninis.it

Print

Like + Share

Comments

Current day month ye@r *

Discussion+

There are no comments for this article.

Related Articles