Fashion + Design > Design

September 29, 2016

Resistenza: gli specialisti del font @ Designerds 2016

Franz

Resistenza, studio di design italo-spagnolo, nasce nel 2008 grazie ai fondatori Paco González e Giuseppe Salerno. Nello speaker team di Designerds i due vengono chiamati gli analogici, per la loro specializzazione nel font design e per il loro lavoro intensivo nell’ambito analogico. Il loro consiglio è: “gettare il proprio laptop dalla finestra insieme allo smartphone o tablet; procurarsi tanta carta, inchiostro, penne, pennelli e farsi circondare da libri tangibili e percepibili al tatto”. Se volete sapere di più sul loro, venite ad ascoltarli il 14 Ottobre 2016 alla prima DESIGNERDS Interdisciplinary Talks all’Eurac. Qua un piccolo assaggio:

Pimp my South Tyrol: Come si potrebbe a trasformare l’Alto Adige in una mecca del design?

Giuseppe Salerno: L’Alto Adige in una mecca del design? Mmmh… Il trucco sta nel presentare quello che l’Alto Adige già possiede. Non c’è bisogno di trasformare, bensí di valorizzare e coinvolgere. Abbiamo avuto il piacere di conoscere nel marzo 2014 la zona e possiamo assicurarvi che c’è una grande cultura e rispetto verso il “design”, la gastronomia e la propria terra etc. Se si volesse trasformare questo territorio in una mecca del design, credo che si perderebbe un’identità che già c’è. Il design si crea con generosità, i Trentini e gli Altoatesini ne hanno da vendere.

Paco González: Domanda complessa. Eventi come Designerds, organizzati da un gruppo di persone con grande passione, fanno capire che in questa regione c’é cultura e cura nei confronti del design. Quindi, coinvolgere le istituzioni e le grandi aziende regionali in iniziative come questa e lavorare insieme ai “designerds” locali sulla eccellenza nella comunicazione visiva, penso che siano attività indispensabili. Il 14 Ottobre Bolzano sarà un punto di ritrovo per professionisti internazionali, regionali e di giovani studenti, un’occasione in cui condividere esperienze e opinioni. 

Cosa fareste se vi trovaste in una stanza con solo un pezzo di gesso nero, della sabbia, un fiore e un po’ di miele?

Il gesso va in tasca,
il fiore si spezza.
il miele non basta,
la sabbia si spazza.

In questa circostanza
lasciamo la stanza.

A cosa pensate per prima cosa quando dovete creare un font?

Un font si studia vari mesi prima di disegnarlo come vero e proprio “font”. La prima cosa da pensare è il suo uso, quali influenze ha, da dove arriva, in che epoca bisogna collocarlo, a chi è diretto e cosa vuole risolvere. Ma è anche fondamentale sapere cosa vuole raccontare. Un font si identifica oggi e si inserisce sempre sotto alcune categorie definite. Durante il processo di disegno è necessario eliminare ogni tipo di tecnologia; un consiglio che diamo è quello di gettare il proprio laptop dalla finestra insieme allo smartphone o tablet; procurarsi tanta carta, inchiostro, penne, pennelli e farsi circondare da libri tangibili e percepibili al tatto. 

PACO GONZÁLEZ, Fontdesign, Lettering, Branding (Spagna)
Paco González è fondatore, assieme a  Giuseppe Salerno, dello studio Resistenza.es. La sua esperienza lavorativa nasce in ambito turistico, si interessa quindi sempre di più alla grafica e tipografia. González si occupa soprattutto della realizzazione del carattere digitalizzato, ma anche di identità visuali. La sua passione è l’esecuzione della font dall’analogico al digitale.

resistenza.es

GIUSEPPE SALERNO, Typography, Calligraphy, Branding (Italia)
Lo studio di Design italo-spagnolo nasce nel 2008 dai fondatori Paco González e Giuseppe Salerno. Il loro focus comune è la tipografia, alla quale González si dedica curando l’aspetto tecnico, lo sviluppo di identità visuali e di icone illustrate. Oltre ad essere fontdesigner, Salerno è conosciuto
anche come calligrafo di fama internazionale. Ha ottenuto notorietà internazionale grazie al suo debutto alla Typo Berlin 2013 con Lettering vs Calligraphy ed al blog calligraphyinberlin.com.

We never read, we just look at letters
In questa frenetica era tecnologica, di devices, di categorie, di informazioni sovraccaricate e del massimo caos online, il modo migliore per essere connessi è quello di spegnere tutto per un po’. Pennini, penne, pennelli sono solo alcuni degli strumenti che utilizzano per essere offline e tornare indietro nel tempo, quando l’inchiostro, la carta e le abilità umane erano il miglior metodo per comunicare. La loro più grande ambizione è quella di portare le lettere artigianali su schermo, mantenendo comunque l’uomo e la tecnologia connessi, online. Dopo 8 anni di duro lavoro, studi, crescita, Resistenza Type Foundry è finalmente pronta a raccontarvi alcune delle loro storie. 
Fatevi ispirare dalle loro bizzarre e affascinanti esperienze vissute nel Mar Mediterraneo per scoprire le loro origini, cultura e stile. Linguaggio del tema: inglese 
www.designerds.it

Foto: Resistenza

Print

Like + Share

Comments

Current day month ye@r *

Discussion+

There are no comments for this article.

Archive > Design